Carrello

Marketing

Non comprare il trattore nuovo 🚜

Fendt?

Same?

New Holland?

Antonio Carraro?

Acquistare un trattore nuovo molto probabilmente non è l’investimento di cui ha bisogno la tua azienda in questo momento.

Ok, spero di essere riuscito a catturare la tua attenzione con questa affermazione un po’ provocatoria.

Se non mi conosci ancora io sono Roberto Cooper Bortolussi, il fondatore di Wine Marketing Italia.

La nostra società si occupa di aiutare le cantine e i produttori di vino italiani a trovare tanti nuovi clienti e a vendere più bottiglie al giusto prezzo (al fondo di questo articolo troverai alcuni link per approfondire).

Continua a leggere così ti spiego meglio dove voglio arrivare…

Molto spesso mi capita di confrontarmi con produttori di vino che non si fanno problemi a spendere svariate migliaia di € per un trattore nuovo.

Quando però si parla di investire in marketing cambia tutto, ed anche €100 diventano tantissimi.

Tutto questo è paradossale e non mi ha fatto dormire per diverse notti, fino a quando sono arrivato alla conclusione che forse era necessario dare qualche spiegazione in più ai produttori di vino italiani facendo capire esattamente che cosa intendo io per marketing.

Nell’immaginario comune la parola marketing rappresenta qualcosa di “fumoso” e di non ben definito.

É normale che un produttore di vino come te, persona molto concreta e pratica, non voglia credere a certe cose.

Che cos’è davvero il marketing?

A mio avviso l’unica definizione di marketing che ha senso è la seguente:

MARKETING = TROVARE NUOVI CLIENTI E AUMENTARE LE VENDITE DI VINO

Ovviamente ora te l’ho presentata in maniera iper sintetica e si potrebbe approfondire il concetto per ore, tuttavia il succo è questo.

Fare marketing (con il nostro Metodo) significa generare risultati economici positivi per la tua cantina. Fine.

La qualità non basta (più)

Oggi la qualità non basta più per vendere vino ed è diventato indispensabile occuparsi in maniera seria e professionale anche di marketing (in realtà è sempre stato molto importante, solo che qualche decennio fa il mondo era completamente diverso).

La qualità (soprattutto di un vino) non è una leva commerciale su cui puoi puntare per generare nuovi clienti, poiché è data per scontata, è lo standard minimo richiesto dal mercato, vuol semplicemente dire che fai bene il tuo lavoro!

Conosci infatti anche solo un produttore che propone il suo vino dicendo che è cattivo? Io no (ma se per caso ne conoscessi qualcuno ti prego di dirmelo subito).

Devi essere in grado di rispondere alla seguente domanda:

“Perché una persona dovrebbe acquistare proprio da te, piuttosto che da qualcun altro, oppure non acquistare affatto?”

Come se non bastasse negli ultimi anni il mercato ha raggiunto un livello di competizione decisamente elevato e parallelamente i consumatori del vino si sono evoluti, così come si sono evolute tutte le piattaforme tecnologiche che utilizzano quotidianamente.

Se speri di poter continuare a vendere vino come hai sempre fatto ancora a lungo… tanti auguri!

Se invece desideri avere successo ed incrementare le tue vendite il mio consiglio è: inizia a fare marketing come si deve.

Il processo in 4 fasi che devi seguire

A meno che tu non stia partendo in questo momento, se produci vino già da qualche anno e hai un’azienda avviata l’unico processo che devi seguire per vendere di più è il seguente:

  1. Investi in marketing
  2. Genera tante nuove vendite e produci utili
  3. Reinvesti in produzione per mantenere (od innalzare) la qualità
  4. Ricomincia daccapo

Capisci bene che senza il primo punto tutto il resto del meccanismo (che poi sarebbe la tua azienda) non riesce ad andare avanti… non è alimentato da nulla!

Quindi, in conclusione, non comprare il trattore nuovo ma dai da mangiare il marketing alla tua azienda e falla crescere.

Poi tutto il resto.

Cosa puoi fare adesso?

Se questo articolo ti è piaciuto e condividi i nostri ragionamenti contattaci così possiamo conoscerci senza impegno (se non ti è piaciuto contattaci lo stesso così ci spieghi il perché. Siamo sempre aperti al confronto costruttivo).

Ecco cosa puoi fare prima di tornare ad informarti sui trattori:

Ascolta il Podcast su Spotify o YouTube:

Leave a Reply